Dual ski a Bolbeno

Lo sci vincente è quello per tutti

Chi avrebbe mai pensato che le piste da sci potessero diventare il luogo perfetto per l’inclusione?
Vi portiamo a Bolbeno, dove la neve ha fatto una magia…

Questa storia nasce in mezzo alla neve, nel periodo di Natale, da un incontro, un regalo, un reciproco atto di fiducia. E stavolta lo zampino del grosso uomo barbuto di rosso vestito non c’entra per nulla. È stata infatti un’associazione no-profit, gli “Amici del Paolin”, che dal 2017 si occupa di aiutare bambini e ragazzi con disabilità attraverso iniziative dirette alla raccolta fondi per realizzare progetti ad impatto sociale, a far dono alla Pro Loco di Bolbeno di un Dual ski, una speciale attrezzatura che permette alle persone con disabilità, bassa mobilità o tetraplegiche di poter essere trasportate sulle piste da sci accompagnate da maestri specializzati.

Un Centro Sci gestito da una Pro Loco è differente!

Il Dual ski, l’attrezzatura donata alla proloco di Bolbeno dall’associazione “Amici del Paolin”

La Pro Loco di Bolbeno, che da oltre 50 anni gestisce con successo il Centro Sci Borgo Lares, dislocato ai margini dell’abitato di Bolbeno, ha accolto con entusiasmo la proposta dell’associazione, dimostrando come un  approccio “imprenditoriale” nella gestione dell’impianto non debba per forza essere  estraneo a quello più “sociale” e attento alle esigenze della comunità. 

Il Centro sci è composto da un’area sciabile che si articola su due tracciati della lunghezza di 500 mt., cui va aggiunto il campo primi passi “Bolbenolandia”, un’area custodita e fornita di due tappeti nastro trasportatori (i c.d. tapis roulant), ideale per chi vuole avvicinarsi a questo sport in assoluta sicurezza e divertimento. 

Per noi è stata un’idea naturale, spontanea, dettata dall’entusiasmo di poter dare il nostro contributo a questa iniziativa solidale”.

Una sensibilità, quella della pro loco, coltivata e tramandata da anni attraverso iniziative gratuite quali la giornata sulla neve per le scuole materne, comprensiva di accesso al campo scuola “Bolbenolandia”, al noleggio di bob, slitte, gommoni, trasporto e pranzo o la giornata convenzionata per le associazioni che ne facciano richiesta. “Quando il presidente degli “Amici del Paolin” Moreno Giardini ci ha contattato per dirci che con i soldi che avevano raccolto intendevano farci dono di un Dual ski” spiega il presidente della Pro Loco di Bolbeno Roberto Marchetti “abbiamo subito pensato di fornire lo skipass gratuito a chiunque avesse voluto usufruire del nuovo strumento. Per noi è stata un’idea naturale, spontanea, dettata dall’entusiasmo di poter dare il nostro contributo a questa iniziativa solidale”.

L’associazione mette l’attrezzatura, la Pro Loco lo skipass. Così ai genitori non resta che chiamare la scuola sci e prenotare una lezione individuale col maestro. Un’ottima soluzione per le famiglie, una proposta che permette di coniugare esigenze diverse di persone diverse. “Non si tratta di una lezione vera e propria” prosegue Roberto “è più un “portare giù i ragazzi per le piste” con questa specie di “passeggino delle nevi”. Dovreste vedere come si divertono, è uno spettacolo vederli scendere!”

Maestro e ragazzo durante una giornata sulla neve in Dual ski.

La disabilità è un problema che deve essere affrontato da tutta la società

La scuola è dotata di due maestri abilitati con cui è possibile prenotare una lezione. “I nostri maestri sono di Madonna di Campiglio e per poter manovrare il Dual ski hanno frequentato un corso specifico comprensivo di esame finale, atto a certificare la conoscenza dell’attrezzatura, del suo utilizzo e di un corretto approccio con i ragazzi che di volta in volta si apprestano a vivere questa nuova esperienza” racconta Roberto. E così lo sport diventa non solo occasione di divertimento, ma anche dimostrazione di inclusione concreta e aggregazione. “Sia anche per un solo bambino è un messaggio di sensibilità e maturità sociale enorme” commenta inorgoglito Roberto ed è davvero impossibile dargli torto.

“Sia anche per un solo bambino è un messaggio di sensibilità e maturità sociale enorme”

Finora sono stati una decina i ragazzi che, in nemmeno due mesi,  hanno usufruito della novità Dual ski, che è stata presentata ufficialmente il 2 febbraio scorso durante una serata che il presidente della Pro Loco ricorda con emozione. 

Tra i tanti, erano presenti varie personalità tra cui l’assessore Mattia Gottardi, la consigliera provinciale Vanessa Masè, il sindaco di Tione Eugenio Antolini, il presidente dell’associazione “Amici del Paolin” Moreno Giardini e Mauro Bernardi, diventato maestro di sci dopo che nel 2005 un incidente con il camion lo ha costretto sulla sedia a rotelle. 

“La testimonianza di Mauro è stata emotivamente molto forte” commenta con la voce rotta il presidente della Pro Loco di Bolbeno “sentire una persona raccontare della sua esperienza e di come il giorno prima dell’incidente non pensasse minimamente che potesse succedere a lui di rimanere in sedia a rotelle mi ha davvero scosso e sono sicuro di non essere stato l’unico. La forza della sua testimonianza e la tenacia nel vederlo scendere sulle piste penso abbia aiutato i presenti a capire come la disabilità sia un argomento che riguarda da vicino tutti quanti, spronandoci a fare sempre di più affinchè l’inclusione non resti solo una parola ma diventi un fatto concreto”.

Sono stati due i ragazzi fortunati a scendere le piste con il Dual Ski, accompagnati dai maestri e seguiti da Mauro e gli “Amici del Paolin”, tutti vestiti con una casacca arancione, colore simbolo dell’associazione.

Esperienza in pista

Quando lo sport non è competizione, ma inclusione

“La serata è stata molto emozionante e tutto il direttivo della pro loco di Bolbeno è stato davvero davvero contento di questa iniziativa” conclude Roberto. Uno strumento nuovo, aggiungiamo noi, un gesto di solidarietà, una catena di iniziative virtuose le cui implicazioni valicano due tavole laminate su cui è poggiato un seggiolino e raggiungono comunità vicine e lontane, attratte da una proposta arricchente che supera i limiti fisici e rende lo sport vettore di cambiamento ed inclusione. 

Il Dual Ski resterà a disposizione presso il Centro Sci di Bolbeno ad uso gratuito per questa e le stagioni sciistiche a venire per chi volesse sperimentare un’esperienza sulla neve nuova, divertente ed inclusiva. Assieme a questo strumento resterà nei cuori della Pro Loco e della comunità tutta Paolo Giardini, detto “Paolin”, il bambino affetto da una malattia genetica rara dalla cui famiglia è nata l’associazione donante e venuto a mancare di recente. Paolin, la scintilla da cui è nata una fiaccola di solidarietà che ora è diventato un fuoco: familiari, amici e comunità tutta non lo faranno spegnere. È una promessa!